COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta questa pagina.
Cliccando sul pulsante "ACCETTO" presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Cliccando sul pulsante "NON ACCETTO" rifiuti l'impiego dei cookies.
ACCETTO
NON ACCETTO
Il dolore nociplastico

Il dolore nociplastico


La WHO definisce il dolore come un'esperienza sensoriale ed emotiva spiacevole associata o che assomiglia ad un danno tissutale reale o potenziale.Secondo la IASP© il dolore può essere classificato in:

 

  • dolore nocicettivo: è l'esperienza sensoriale più comune derivante dall'eccitazione di recettori periferici del dolore che attivano la propria unità nel nucleo spinale e i nuclei sensoriali a livello centrale.  È descritto come acuto, pulsante e di solito è ben  localizzato. Può essere intermittente o costante. Funge da sistema di allerta rispetto ad una lesione o ad un'infiammazione. 
     
  • dolore neuropatico; è causato da una lesione primaria o una disfunzione del sistema nervoso somatosensoriale.  Si verifica lungo la distribuzione del tessuto neurale o della struttura coinvolta ed è associato a cambiamenti sensoriali come ipoestesia / iperestesia, ipoalgesia / iperalgesia, allodinia o parestesia. È descritto come bruciore, scossa elettrica, intorpidimento, spilli o aghi.2

 

  • dolore nociplastico: come "dolore che nasce da un'alterazione della nocicezione nonostante non ci sia una chiara evidenza di un danno tissutale reale o potenziale che causi l'attivazione di nocicettori periferici o l'evidenza di una malattia o di una lesione del sistema somatosensoriale che ne causi dolore".3

    sistema 

 

  • Il dolore misto si verifica quando una componente  di dolore nocicettivo persiste e coesiste con la componente di dolore neuropatico. 

 

Il sintomo "dolore" è quello più riferito, capirne l'origine delinea le priorità di trattamento.

 

1. Treede, R. D. et al. Chronic pain as a symptom or a disease: The IASP Classification of Chronic Pain for the International Classification of Diseases (ICD-11). Pain vol. 160 19–27 (2019).

2. Finnerup, N. B. et al. Neuropathic pain: An updated grading system for research and clinical practice. Pain 157, 1599–1606 (2016).

3. Trouvin, A. P. & Perrot, S. New concepts of pain. Best Practice and Research: Clinical Rheumatology vol. 33 (2019).