COOKIE POLICY
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta questa pagina.
Cliccando sul pulsante "ACCETTO" presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Cliccando sul pulsante "NON ACCETTO" rifiuti l'impiego dei cookies.
ACCETTO
NON ACCETTO
Il Piano di comunicazione nello Studio

Il Piano di comunicazione nello Studio


Avviare uno studio di fisioterapia o incrementarne il fatturato se già avviato richiede una chiara strategia di marketing e un preciso piano di comunicazione.
Non tutti hanno ben chiara la differenza tra la comunicazione fatta a scopo promozionale e quella a scopo istituzionale.
Realizzare l’una piuttosto che l’altra persegue obiettivi tra loro molto diversi.

Punto di partenza per impostare un buon piano di comunicazione è l’analisi del posizionamento di marketing del nostro studio, cioè il modo in cui viene "percepito" dai propri clienti: "[...] l'insieme di percezioni, impressioni e sensazioni relative al prodotto rispetto alle offerte della concorrenza". Tale processo può essere realizzato analizzando l’insieme degli asset tangibili ed intangibili che lo rendono unico rispetto alla concorrenza.
Devono, infatti, essere ben chiari ed identificabili i servizi offerti dallo studio, ossia il tipo di specializzazione dello stesso, la collocazione fisica dello studio (se c’è un parcheggio per il clienti, se è comodamente raggiungibile con i mezzi pubblici, ...), l’eventuale possibilità di avere tariffe agevolate (convenzioni con aziende o con il SSN) e/o eventuali forme di finanziamento.

Dopo aver definito il posizionamento di marketing, la comunicazione deve essere impostata verso due direzioni: quella istituzionale e quella promozionale.
La comunicazione istituzionale "racconta" lo studio con i suoi "asset intangibili", informando sulla sua storia, la sua tradizione e le sue competeze.
Nel momento in cui si vuole avviare invece una campagna basta, ad esempio, su particolari vantaggi, promozioni, convenzioni o alcuni specifici servizi, è opportuno farlo attraverso la comunicazione promozionale.

La distinzione tra i due tipi di comunicazione  sottende a modalità progettuali ed esecutive diverse, perchè diversi sono gli obiettivie e i codici di comunicazione da adottare.

Sia la comunicazione istituzionale che quella promozionale devono far parte della strategia di marketing dello studio.

Il prerequisito è avere ben chiaro il proprio posizionamento e quindi quello che si vuole proporre, per poi riuscire a trasmetterlo ai propri clienti, attuali e potenziali.